Accesso civico generalizzato (FOIA)

L'accesso civico generalizzato, previsto dall'art. 5, c. 2 del D. Lgs. n. 33/2013, è riconosciuto a chiunque, indipendentemente dalla titolarità di una situazione giuridicamente tutelata, è rivolto a tutti i dati ed i documenti detenuti dalla P.A., indipendentemente dall’omessa osservanza di obblighi di pubblicazione, al fine di attuare il principio di trasparenza che il novellato art. 1, comma 1, D. Lgs. 33/2013 ridefinisce come “accessibilità totale dei dati e dei documenti detenuti dalle PP.AA.” al fine di garantire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali, sull’utilizzo di risorse pubbliche e promuovere la partecipazione al dibattito pubblico.

Le richieste devono consentire l’individuazione del dato, del documento o dell’informazione per cui si chiede l’accesso.

L’istanza deve essere indirizzata al Responsabile del Settore deputato a detenere, i dati, i documenti o le informazioni richieste.

Le modalità di presentazione sono:

L’Amministrazione è tenuta a dare riscontro alla richiesta con un provvedimento espresso entro il termine di 30 giorni. In caso di presenza di controinteressati il termine è sospeso fino all'eventuale pronunciamento degli stessi, che deve avvenire entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte degli uffici del Comune di Zeddiani

Richiesta di riesame
Il richiedente, nei casi di diniego totale o parziale dell’accesso generalizzato o di mancata risposta entro il termine previsto ovvero i controinteressati, nei casi di accoglimento della richiesta di accesso, possono presentare richiesta di riesame al Responsabile della Prevenzione della corruzione e della Trasparenza che decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni.

Se l’accesso generalizzato è stato negato o differito a tutela della protezione dei dati personali in conformità con la disciplina legislativa in materia, il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, provvede sentito il Garante per la protezione dei dati personali, il quale si pronuncia entro il termine di dieci giorni dalla richiesta. A decorrere dalla comunicazione al Garante, il termine per l’adozione del provvedimento da parte del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza è sospeso, fino alla ricezione del parere del Garante e comunque per un periodo non superiore ai predetti dieci giorni.