Accesso civico semplice

L'accesso civico, previsto dall'art. 5, c. 1 del D. Lgs. n. 33/2013, viene riconosciuto a chiunque, indipendentemente dalla titolarità di una situazione giuridica soggettiva connessa, ed è riferito ai soli atti, documenti ed informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria e rappresenta un rimedio previsto dall’ordinamento alla mancata osservanza degli obblighi di pubblicazione espressamente previsti dalla legge. Può essere esercitato rivolgendosi al Responsabile della Trasparenza.

Il Responsabile della Trasparenza è il Responsabile dell’Area Amministrativa Dott.ssa Roberta Fais.

La richiesta di accesso civico è gratuita, non deve essere motivata e deve essere soddisfatta entro 30 giorni con la pubblicazione del documento, dell’informazione o del dato richiesto sul sito internet e la comunicazione del relativo collegamento ipertestuale al richiedente.

Nel caso di ritardata o di mancata pubblicazione dell'informazione, del dato o del documento oggetto dell’istanza, il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all'articolo 2, comma 9-bis, L.241/90.

Il titolare del potere sostitutivo, verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, pubblica sul sito istituzionale dell’Ente, entro 15 giorni dalla presentazione dell'istanza, quanto richiesto e contemporaneamente ne dà comunicazione al richiedente, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Il titolare del potere sostitutivo in materia di accesso civico è il Responsabile della Prevenzione della Prevenzione della corruzione Dott.ssa Donatella Mancosu