Sito ufficiale del comune di Zeddiani

Via Roma n. 103 - 09070 Zeddiani (OR)

Tel. +39.0783.418000 - Fax. +39.0783.418267

info@comune.zeddiani.or.it - protocollo@pec.comune.zeddiani.or.it

Men¨ di navigazione destro

Sezione informativa

  • Adeguamento piano urbanistico
  • Attenzione, regolamento pubblicazione sul sito comunale
  • vai alla modulistica della scuola
  • fatturazione elettronica
  • 18 anni in comune richiesta della cittadinanza italiana
  • cambio di residenza in tempo reale
  • bonus energia elettrica
  • tares-tributo comunale sui rifiuti e sui servizi
  • Avvisi di allerta meteo
  • punteruolo rosso - vademecum per la lotta e il contenimento
  • iuc imposta unica comunale
  • GAL Montiferru Planargia
 

Rassegna stampa

Mappa & Meteo

  • google mpas
  • Meteo Sardegna

In Evidenza

Baa Ba! Storie e ricette fatte a canzone” di Rossella Faa
 
Categoria: - NovitÓ
domenica 21 dicembre 2014

18 anni in comune - i tuoi passi verso la cittadinanza italiana

Prefazione

Cari ragazzi, care ragazze,
a 150 anni dall’unità d’Italia, possiamo affermare che il nostro Paese,storicamente terra di emigranti, è diventato una società multiculturale.Voi, ragazzi nati da genitori stranieri che vivono la loro infanzia e adolescenza in Italia, contribuirete in maniera significativa a definire il livello e la qualità futuri del capitale umano della nostra comunità nazionale. Per mettere a frutto la ricchezza che rappresentate è indispensabile predisporre meccanismi efficaci di integrazione, a partire dal riconoscimento della cittadinanza italiana. Abbiamo l’obbligo di fare in modo che le “seconde” e le “terze generazioni” possano contribuire a tutti gli effetti alla crescita e allo sviluppo di quella che è, a pieno titolo, la loro patria. Il capitale umano è infatti la più grande risorsa di cui ogni Paese dispone.  

I Sindaci dei vostri Comuni vi chiedono di partecipare alla vita sociale da persone attive e consapevoli.Vi invitiamo a diventare cittadini italiani (e in questo opuscolo spieghiamo in maniera semplice e diretta la procedura da seguire) perché questo significa fare parte a pieno titolo del Paese in cui vivete, accedendo ai diritti civili e politici, quali la partecipazione ai concorsi pubblici, il voto, la libertà di viaggiare. Sono proprio i Sindaci a compiere questo gesto, nella consapevolezza che la sfida dell’integrazione in Italia passa per i Comuni, in quanto enti di maggior prossimità ai cittadini. La dimensione locale è quella che traduce l’integrazione in vita quotidiana, permette di mettere in pratica diritti e doveri civici e di aprire spazi di“cittadinanza attiva”. Chi è cresciuto, se non addirittura nato in Italia, se ne sente parte, credo, per aver sviluppato l’istinto, la consapevolezza e la dignità di appartenere a questo Paese, per averne assunto la cultura e lo stile di vita, attraverso la socializzazione e l'integrazione fin da bambini. Le seconde generazioni si trovano dunque nella posizione di poter mediare tra culture diverse e realizzare quei legami tra comunità di origine e popolazione autoctona che facilitano la convivenza a vantaggio di tutti.

Nei confronti delle seconde generazioni si percepisce con maggior profondità il passaggio chiave che rappresenta la titolarità della cittadinanza ai fini del pieno inserimento nella collettività. L’acquisizione della cittadinanza  e con essa della piena titolarità di diritti e doveri costituisce una tappa fondamentale del percorso verso la piena integrazione. Desideriamo fortemente che approfittiate di questa 18 anni... in Comune! ItuoI passIverso la cIttadInanza ItalIana 4 18 anni... in Comune! ItuoI passIverso la cIttadInanza ItalIana opportunità preziosa di diventare cittadini italiani a tutti gli effetti, in attesa di una evoluzione del diritto sulla cittadinanza verso un modello di ius soli, che permetterebbe ai vostri fratelli minori di diventare cittadini italiani di diritto fin dalla nascita. Vogliamo che l’Italia di domani sia un Paese in cui i bambini e le bambine portino con orgoglio la memoria della storia e dei luoghi di origine dei loro nonni e dei loro genitori e, allo stesso tempo, siano fieri di essere cittadini italiani. 

Così come è stato per i nostri padri, vogliamo che l’identità italiana non si disperda, ma si rafforzi e si arricchisca nell’incontro con chi proviene da altre culture e che questo incontro avvenga sempre nel rispetto dei valori sanciti dalla nostra Carta Costituzionale. Vogliamo così costruire un Paese moderno,sicuro e accogliente, libero dalle paure, fondato sulla valorizzazione del merito, solidale nei confronti del mondo che più soffre e garante di libertà e di democrazia. Dateci una mano, giocate un ruolo da protagonisti, aiutateci – da nuovi cittadini – a portare l'Italia nel futuro.

 
Un caro saluto e buona fortuna

Flavio Zanonato

Vice Presidente ANCI con delega all’Immigrazione

Continua a leggere nel pdf allegato

Allegati