Territorio

Il territorio, totalmente pianeggiante è posto su di un terrazzo di sedimenti fluviali in riva al fiume Cispiri, è circondato da colture agricole e vigneti che offrono prodotti rinomati occupanti la quasi totalità dei suoi 11,88 kmq.

Dove il confine tra le proprietà è segnato da recinzioni diverse - in siepi di canne, di fichi d’india e di rovi - si ritrovano le coltivazioni che contraddistinguono il territorio: la produzione cerealicola e quella orticola del pomodoro, la cui Sagra si svolge ogni anno nella seconda settimana di agosto e la rinomata produzione di Vernaccia, vino doc dolce e profumato.

Nell’immediata periferia del paese si apprezza l’importante oasi naturalistica tra il “Rio Cispiri”e lo stagno di “Mare Foghe”, quest’ultimo habitat naturale per specie quali trampolieri, aironi cinerini, garzette, anitre selvatiche, folaghe, gallinelle d’acqua e il sempre più raro “pollo sultano”; inoltre le acque sono popolate da carpe, tinche e altre specie. La zona umida è frequentata da rettili inoffensivi come la natrice viperina e la tartaruga d’acqua.